OTTIENI GRATIS IL MIGLIOR PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO.

DI CHE TIPO DI PRESTITO HAI BISOGNO?

Home / Cessione del Quinto / Cessione del Quinto per Pensionati / Aggiornamento tassi 2021 sulla cessione del quinto per pensionati INPS
cessione-del-quinto-pensionati-INPS

Aggiornamento tassi 2021 sulla cessione del quinto per pensionati INPS

La cessione del quinto della pensione è un prestito ottenibile dai pensionati tramite una banca o un intermediario finanziario. Addebitato automaticamente sulla pensione, non può superare un quinto dell’importo mensile dell’assegno previdenziale. È necessario richiedere una certificazione di cedibilità della pensione, su cui è indicata la rata massima che è possibile ottenere, la quale sarà recapitata alla banca o all’intermediario che si occuperà del finanziamento.

Si tratta di un prestito semplice la cui gestione non crea particolari disagi ed è considerata piuttosto facile.

Tassi cessione del quinto primo trimestre 2021

Tramite il messaggio n° 29 del 5 gennaio 2021, è stato fornito dall’Inps l’aggiornamento riguardante i tassi da applicare al periodo 1 gennaio/31 marzo 2021, definiti con il Decreto n° 96515 del 24 dicembre 2020 del MEF. I tassi soglia TAEG subiscono delle variazioni basate sull’importo e l’età del richiedente.

Il TAEG consente di valutare complessivamente il costo del finanziamento a carico del debitore. Nell’anno 2021, il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro ha indicato i TEGM, ovvero i Tassi Effettivi Globali Medi:

  • il tasso medio è di 11,14 per importi fino a 15.000€ (nel 2020 era di 11,45);
  • il tasso è di 7,69 per importi che superano i 15.000€ (nel 2020 era di 7,99).

Differenze dei tassi in base alla classe d’età (cessione del quinto pensionati INPS)

L’Inps ha specificato che con l’età si intende quella maturata a fine piano di ammortamento. Sono state, quindi, stabilite delle classi di età, le quali comprendono il compleanno dell’età minima della classe:

  • fino all’età di 59 anni, si parla di un tasso che corrisponde all’8,32% (fino a 15.000€) e di 6,53% se si supera la suddetta cifra;
  • nella fascia che va dai 60 ai 64 anni, per gli importi inferiori alla soglia di 15.000€, il tasso di riferimento è del 9,12%; nel caso in cui questi siano superiori, si parla di un tasso del 7,33%;
  • nella fascia 65-69 il tasso sarà pari al 9,92% per importi minori rispetto alla soglia prestabilita, e all’8,13% se superiori;
  • tra i 70 e i 74 anni il tasso può essere al 10,62% (fino a 15.000€) o all’8,83%;
  • tra i 75 e i 79 anni, per importi massimi di 15.000€, il tasso di riferimento sarà all’11,42%, mentre oltre questa cifra al 9,63%.

L’aumento sempre maggiore dell’aspettativa di vita ha portato alcune banche e vari intermediari finanziari ad includere, in questa tipologia di prestito, anche anziani di età superiore agli 80 anni, fino a un massimo di 90.

Complessivamente, è stimato che i tassi TAEG legati all’età hanno subito una riduzione dello 0,2% rispetto agli stessi applicati nell’anno precedente.

Oneri aggiornati per il 2021

cessione-del-quinto-pensionati

Riguardano il totale da corrispondere all’Inps (attraverso i canali utilizzati come banche o altri intermediari). Sono stati resi noti tramite il messaggio n° 131 del 14 gennaio 2021. In particolare, per l’anno 2021, accade quanto segue:

  • 2,01€ è il costo per estrazione rateo pensionistico che riguarda gli intermediari finanziari che hanno aderito alla Convenzione. Nell’anno 2020 questo era di 1,98€;
  • 8,50€ è il costo rivolto agli intermediari finanziari che non hanno sottoscritto la Convenzione. L’anno precedente era di 8,40€;
  • nel 2020, il costo di gestione annuo per intermediari finanziari che non hanno aderito alla Convenzione era di 100,86€; nel 2021 è di 102€.

Prestiti a pensionati con pensione minima

Nel 2017 è stato determinato che la somma minima mensile necessaria per poter garantire ad un singolo individuo delle condizioni di vita considerate accettabili è di 501,89€, per un totale annuo di 6524,57€. Esistono diverse possibilità per richiedere prestiti da parte dei pensionati anche con pensione minima.

A livello strettamente teorico, quindi, viene evidenziato come non è mai impossibile per un qualsiasi individuo che percepisce la pensione fare richiesta per un prestito, ma è sempre possibile che non venga concesso: la condizione fondamentale per cui la richiesta non venga rifiutata è la salvaguardia della soglia minima di 501,89€ al mese in seguito alla sottoscrizione del piano di ammortamento per il rimborso della somma ricevuta con gli interessi.

La procedura più comune, considerata “standard”, per quanto riguarda questo tipo di prestiti, è proprio quella della cessione del quinto dell’assegno previdenziale.

calcolo-cessione-quinto-pensione

Altre caratteristiche:

  • il prestito effettuato attraverso la cessione del quinto ha una durata di minimo un anno, fino a un massimo di 120 mesi;
  • è un finanziamento a tasso fisso;
  • l’importo massimo richiedibile è di 50.000€;
  • la rata viene rimborsata con un tasso di interesse fisso;
  • condizione fondamentale è che, dopo che viene stabilita la somma trattenuta (pari sempre a un quinto) dalla pensione, la somma netta rimanente deve essere pari alla pensione minima, il cui importo è stato stabilito nel 2017 (quindi, con una pensione pari o leggermente superiore a 501,89€ al mese, le banche sono impossibilitate ad accettare prestiti di questo tipo); ma è comunque possibile, per coloro che hanno queste situazioni particolari, trovare delle soluzioni alternative se interessati a questa categoria di prestiti;
  • garantisce tutela nei confronti dei soggetti più anziani e, in particolare, per quanto riguarda la somministrazione di denaro e i possibili avvenimenti legati all’età e alla salute (viene istituita una polizza assicurativa contro morte prematura);
  • nel caso in cui vengano percepite più pensioni, il calcolo del prestito sarà effettuato sul loro cumulo e si può definire in anticipo l’ammontare della cifra con la cessione del quinto pensionati simulazione;
  • non è necessario indicare un garante o il motivo della richiesta;
  • questa tipologia di finanziamento può anche essere riservata ai cattivi pagatori e, in generale, a tutti coloro con una storia creditizia non perfetta;
  • la richiesta o il rinnovo non è impedita dalla presenza di altri finanziamenti in corso;
  • è possibile, per i pensionati, richiedere una particolare formula di finanziamento, detta cessione del doppio quinto, ma la richiesta della delega di pagamento è molto complessa, poiché è necessario possedere un importo minimo adeguato, quindi di grande entità.

Check Also

rinnovo cessione del quinto 2019

Rinnovo Cessione del Quinto nel 2019: Come Funziona ed Esempio di Calcolo

Contenuti dell'Articolo1 Il rinnovo della cessione del quinto: in cosa consiste2 A cosa serve, nello …