OTTIENI GRATIS IL MIGLIOR PREVENTIVO PER IL TUO PRESTITO.

DI CHE TIPO DI PRESTITO HAI BISOGNO?

Home / Cessione del Quinto / Cessione del quinto: a chi conviene di più?

Cessione del quinto: a chi conviene di più?

cessione-del-quintoQuando si parla di cessione del quinto si intende un tipo di prestito che consente di rimborsare la somma ricevuta con la cessione del 20% del proprio reddito mensile. La cessione del quinto può essere effettuata sia dai dipendenti pubblici che privati oppure da chi è in pensione, dal momento che la rata si scala dalla busta paga o dalla cedola pensionistica.

Prima di effettuare questo tipo di contratto è, tuttavia, necessario capire quanto possa essere utile a chi lo stipula e in quali casi conviene.

Innanzitutto, è opportuno tenere a mente che il 20% della busta paga non deve pesare in maniera negativa su chi stipula il contratto: la somma da pagare deve essere sostenibile affinché la cessione del quinto possa essere vantaggiosa.

Che cosa valutare prima di richiedere la cessione del quinto

Prima di richiedere la cessione del quinto bisogna valutare attentamente alcuni aspetti fondamentali in modo tale da essere sicuri che questo tipo di prestito possa fare al caso proprio. Un elemento da non sottovalutare è la stabilità della propria situazione di lavoro: solitamente, un contratto a tempo indeterminato non garantisce sempre un impiego a lungo termine, dal momento che possono avvenire situazioni di crisi aziendale o cassa integrazione per alcuni settori.

Per quanto riguarda chi è in pensione invece, la cessione del quinto può essere utile se le entrate riescono a fornire un buon tenore di vita nonostante il 20% trattenuto dal contratto. È opportuno tenere a mente, però, che in questi casi viene anche valutata l’età: di solito una finanziaria concede il prestito fino agli 85 anni, ma in alcune circostanze è possibile estendere anche l’età fino ai 90.

Differenze tra prestito personale e cessione del quinto

La cessione del quinto e il prestito personale sono due tipologie di prestito che presentano delle differenze: la prima infatti non viene concessa soltanto in base al reddito del richiedente (come avviene per il prestito personale), ma soprattutto in base alla solidità dell’azienda in cui si lavora. La cessione del quinto è anche un prestito garantito per legge, perché sottrae una parte della rata dalla busta paga del richiedente evitando quindi che il debito non venga restituito. Pertanto, anche i cosiddetti “cattivi pagatori” possono richiedere questo prestito. A differenza del prestito personale poi, la cessione del quinto consente sicuramente importi maggiori. Con il prestito personale il rimborso della rata può avvenire entro i sette anni, solitamente, mentre con la cessione del quinto si può arrivare fino a dieci anni.

cessione-del-quinto

Dal momento che con la cessione del quinto viene trattenuto il 20% dalla busta paga, questa modalità di prestito è senz’altro più sostenibile perché è proporzionata al reddito.

A chi può essere utile la cessione del quinto

La cessione del quinto può essere molto vantaggiosa anche per chi deve fare dei progetti che abbiano una durata piuttosto breve o che comunque non arrivino a dieci anni. Tale tipologia di prestito è inoltre conveniente per coloro che non hanno intenzione di avere a che fare con i classici prestiti che comprendono mutui, rate e scadenze. Pertanto, la cessione del quinto è la soluzione ottimale per chi cerca un tipo di finanziamento semplice e veloce da stipulare. Il prestito con cessione del quinto può arrivare anche a cifre molto elevate in base al tipo di pensione o allo stipendio che si posseggono.

A differenza del prestito personale, in cui il rimborso cambia a seconda dell’ammontare del finanziamento, la cessione del quinto prevede sempre una rata fissa e senza sorprese. Proprio grazie al tasso fisso chiunque potrà calcolare anticipatamente la rata che dovrà sostenere mensilmente.

Vantaggi e svantaggi della cessione del quinto

La cessione del quinto presenta alcuni vantaggi sostanziali tra cui la facilità nell’ottenere il prestito: se, infatti, la persona che vuole stipulare il contratto ha uno stipendio fisso e stabile, è molto probabile che non venga richiesta alcuna garanzia. Un altro grande vantaggio è la rata fissa nonché il tasso d’interesse: queste caratteristiche permettono a tutti di poter calcolare in anticipo quale sarà l’importo trattenuto sulla propria busta paga. La cessione del quinto, inoltre, può essere rinnovata oppure estinta in anticipo nel caso in cui si riuscisse a saldare il debito in un’unica soluzione. Anche la facilità della modalità di pagamento non è un fattore da sottovalutare: chi stipula il contratto non dovrà preoccuparsi di niente poiché il pagamento della rata avverrà in maniera completamente automatica.

Da non dimenticare però sono anche gli svantaggi, come ad esempio il fatto che chi è stato appena assunto o è dipendente di una piccola azienda può effettivamente avere maggiori difficoltà nell’ottenimento della cessione del quinto.

Check Also

contratto-part-time-cessione-del-quinto

Contratto part time e cessione del quinto: è possibile?

Contenuti dell'Articolo1 Tipologie di contratto part-time2 Quali sono i minimi requisiti richiesti?3 Come richiedere la …